Rifondare il giornalismo.

| martedì 8 maggio 2007

Ma come si fa a non capire che il giornalismo va completamente RIFONDATO!!Il mestiere che dovrebbe raccontare, controllare, spiegare, si è trasformato nel mestiere del silenzio! Ognuno è asservito alla sua parrocchia (ed a proposito di parrocchie non mancano casi in cui i soggetti in questioni sono alle dirette dipendenze di cardinali o vescovi!!)In Italia non ci sono più giornalisti, questa categoria è stata completamente cancellata, al suo posto è venuto fuori un altro mestiere: il lecca…..smo.Non saprete mai la verità da un servizio giornalistico, perchè ognuno teme di ledere il suo padroncino, ed è anche per questo che nei Tg sono ormai sempre più frequenti i servizi che parlano di ricette o di concorsi di bellezza, ma nessun accenno a fatti che interessano davvero la nazione. Non vi manca un bell’approfondimento in prima serata sulla vicenda processuale di Berlusconi riguardo alla Mondadori ed i giudici di Roma? L’avete mai vista? Io no. Un bell’approfondimento sul perchè Previti è stato condannato ed invece il Berlusca è ancora a piede libero (nella casa della libertà :)) “di silvio”).Nessuno ha gridato allo scandalo, non un righino, nessuno che abbia sollevato la questione e far contare la metà degli “intelligentoni” (i non coglioni) italiani sul naso e fargli scoprire che 2+2 fa 4? Se Previti compie qualcosa per avvantaggiare Berlusconi ed è colpevole (condannato), non vi viene il sospetto che il Berlusca dovrebbe se non proprio fargli compagnia, ma almeno sparire definitivamente dalla scena politica ed imprenditoriale italiana?Invece no. Non vi indigna che un mestiere così delicato come il giornalismo, che è il sottile filo che unisce la gente ai fatti che accadono in un paese sia passibile di manipolazioni, affiliazioni, simpatizzazioni…….. La freedom house qualche tempo fa ci ha messo tra i paesi “quasi liberi”, questo lo vorrei ricordare ai politici di nuova nomina e di maggioranza, che hanno promesso una redistribuzione della libertà di espressione nel nostro paese.Ricordatevi che senza rifondare il giornalismo, rimarremo paese semilibero.
feliceiovino

0 commenti: