Scontro generazionale

| martedì 8 maggio 2007

Ragazzi… ragazzi…Tra un drink e l’altro qualcuno riesce a ricordarsi del suo futuro. …Qualche anno fa non era così… Si era un po più attenti. Certo che dovevi comunque votare per i Gava ed i Pomicino di turno per lavorare, ma una volta assunti….Così dopo un po arrivarono gli anni 70 e dopo aspre lotte arrivò anche lo Statuto dei lavoratori. Bei tempi. Quella si che era una generazione che sapeva quello che voleva.Tra i politici ed i lavoratori (entrambi figli del popolo) si trovò un compromesso: la mobilitazione era tanta.Quella stessa generazione ha pensato bene di calare le barriere all’ingresso al mondo del lavoro…Bevete ragazzi, bevete…..Se poi qualcuno ha la fortuna di lavorare in qualche azienda potrà scoprire che sono proprio quelle stesse vecchie generazioni o quelle immediatamente successive quelle più ostili ai nuovi ingressi (per svariati motivi: perchè vogliono gestire loro gli ingressi, perchè hanno figli da sistemare….)E spesso hanno bisogno di lavoratori “inferiori” su cui sfogare le loro frustazioni. Insomma il precario non può avere le stesse sue aspirazioni, non ha mai ragione anche quando ha due lauree, non andrà mai in pensione, ma mi pagherà la pensione fino alla fine dei miei giorni nonostante io gli abbia reso la vita impossibile!I sindacati della mia azienda quando tratta i diritti dei precari al tavolo delle trattative manda un Tempo indeterminato che puntualmente torna a casacon un pugno di fagioli per i precari e altri diritti per gli “interni”. Sono stato il primo precario ad iscriversi alla Cgil (e per avere l’iscrizione ho dovuto aspettare 4 anni, perchè era una iscrizione “anomala”, tutti gli altri precari sono stati “invitati ad iscriversi” alla Cisl qualche mese dopo).Alla compagine “interna” della Cgil quando parli di precariato li vedi storcere il naso, fanno finta di prestarti attenzione ma non gliene frega un emerito!Allora visto che vogliamo la liberalizzazione del mercato del lavoro direi di precarizzare tutto il mondo del lavoro!!Se questo governo non metterà mano alla legge sul precariato direi che possiamo passare dall’altra parte dove almeno ci garantirebbero un mezzo gaudio con l’abolizione dell’art. 18 e ci libererebbero del fardello delle pensioni da pagare a queste generazioni che non stanno avendo alcuna compassione per noi… spero che noi non ne avremo per loro!

0 commenti: