Sarà

| domenica 9 novembre 2008

E' stato il tuo sindacalista, è stato il tuo assessore, le forze dell'ordine, spesso anche tu stesso, è stato Gava, Pomicino, Andreotti, il giudice Calabresi e Pinelli, Gelli, Maurizio Costanzo ed il suo "scusate non sapevo", e noi li a sorbircelo ancora per 30 anni senza battere ciglio, e poi di nuovo tu quando hai detto "quando lavoro sono una tomba", poi di nuovo il tuo sindacalista, il tuo sindaco, il consigliere comunale, quando sei stato zitto mentre potevi gridare, o quando hai fatto finta di non vedere, perchè ognuno al mondo ha un prezzo, sarà quando ti sei svenduto tutto, anche i tuoi principi sacrosanti, sarà il voto di scambio,dove di fronte al prezzo non sei riuscito a dire di no, facile come allungare una mano, facile come negarlo, sarà che non c'è nessuno a resistere fino in fondo,sarà questo pezzo di medioriente, dove ognuno pensa di poter uccidere tutti e tutto impunemente, sarà che forse siamo già morti.